image

La convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flore minacciate di estinzione denominata in sigla (CITES).

La CITES o Convenzione di Washington ha lo scopo di proteggere le specie della fauna e della flora selvatiche destinate al commercio internazionale. L’Unione europea ha elencato gli impegni di questa convenzione in una regolamentazione specifica. Il commercio in acquariofilia dipende da questa regolamentazione che è necessario conoscere bene ed anche rispettare.

• Che cos’è la CITES ?

• Quale sono le specie destinate al mercato dell’acquariofilia iscritti alla CITES ?

• Quale sono le specie destinate al mercarto dell’acquariofilia vietate di importazione nell’unione europea ?

• L’attività commerciale della ditta AMBLARD e la CITES

• Il commercio delle specie con CITES

• Il commercio illegale e traffico di animali : i rischi incorsi

• Per saperne di più

Che cos’è la CITES ?

La Convenzione Internazionale sul commercio delle specie della fauna e della flora selvatiche minacciate di estinzione o CITES è attiva dal 1975. Constituice oggi uno dei più importanti accordi per la conservazione delle specie in ambiente naturale. Ad oggi più di 160 Stati hanno aderito alla Convenzione, particolarmente i 27stati dell’Unione europea così come i paesi candidati all’adesione.

L’obiettivo della CITES è di assicurare un commercio internazionale di animali e piante della fauna e della flora che non sia una minaccia per le popolazione selvatiche. Questa convenzione regolamenta attualmente il commercio di circa 30 000 specie di animali e piante. Limita così l’acquisto di specie minacciate rilasciando, caso per caso, dei permesi e delle certificazioni necessarie alla lora importazione. Tre allegate complementarie definiscono per ogni specie il procedimento di conservazione e le condizione di acquisto per ciascuna.

L’applicazione in Europa della regolamentazione CITES è amministrata dalla regolamentazione comunitaria n° 338/97 del Consiglio.

Quale sono le specie destinate al mercato dell’acquariofilia iscritti alla CITES ?

Le principale specie di pesci ed invertebrati destinati al mercato dell’acquariofilia sono iscritti alla CITES e fanno parte dall’Appendice II/B. quest’Appendice raguppa tutte le specie che non sono minacciate di estinzione ma forse possono diventarlo se il loro commercio non è controllato.

Quale sono le specie destinate al mercato dell’acquariofilia vietate d’importazione nell’Unione europea ?

Il gruppo di controllo scientifico (GES) della Commissione europea e l’autorità scientifica francesa (Muséum National d’Histoire Naturelle – Paris) possono imporre delle restrizioni sull’introduzione di alcune specie nella Comunità europea.

Potete scaricare cliccando su qui l’elenco delle specie vietate, regolarmente aggiornato.

L’attività commerciale della ditta AMBLARD e la CITES

Il commercio delle specie con CITES iscritte a l’appendice A (solo di allevamento) e B della regolamentazione comunitaria è possibile con alcune condizioni.

L’insieme delle formalità amministrative necessarie per l’importazione di queste specie è gestito dalla ditta AMBLARD. Il numero di permesso d’importazione CITES, rilasciato dalle autorità della CITES francese, è indicato sulle fatture : così ogni specie sottomessa a quella regolamentazione beneficia di un seguito perfetto. Così i rivenditori che si approvvigiano da AMBLARD hanno la garanzia di acquistare animali importati legalmente.

In conformità all’articole 4.2.b della regolamentazione comunitaria (CE) n° 338/97, le specie che necessitano C.I.T.E.S. ordinate con l’importazione diretta « trans-shipping » transiteranno obbligatoriamente tramite il centro di acclimatazione della ditta AMBLARD, sis a Villepinte, vicino a Paris (1ero locale di destinazione) prima di essere consegnate a suoi clienti.

Il commercio delle specie con CITES

Vi consigliamo vivamente di acquistare delle specie con CITES solo se l’origine è chiaramente licita. Non impegnate la vostra responsabilità acquistando delle specie con CITES importate illegalmente.

Un numero di CITES corrisponde generalmente a un assortimento di animali della stessa specie. Dunque, diversi animali della stessa specie avranno lo stesso numero. Al contrario due animali di specie diversi non possono avere lo stesso numero. Se, su una fattura di coralli, ad esempio, lo stesso numero è utilizzato per le acropora spp. e per le montipora spp., è una irregolarità amministrativa considerata come una frode che impegna la vostra responsabilità. Dunque, la scelta di un rivenditore serie è fondamentale.

Commercio illegale e traffico di animali : i rischi incorsi

Il commercio illegale di specie con CITES è punito severamente, sopratutto dall’articolo 414 del Codice Doganale che indica :

« Sono passibili di un imprigionamento massimo di tre anni, o della confisca dell’oggeto di frode, della confisca dei mezzi di transporto, della confisca degli oggetti che sonno utilizzati per maschiare la froda e di una multa compresa fra una e due volte il valore dell’oggetto di froda, tutto fatto di contrabbando così come tutto fatto d’importazione o d’esportazione senza dichiarazione quando queste insfrazioni se riferiscono a della merce della categoria di queste che sono proibite o con grande tasse al senso del presente codice.

La pena di imprigionamento è portata a una durata massima di dieci anni e la multa può andare fino a cinque volte il valore dell’oggetto della froda sia quando i fatti di contrabbando, di importazione o di esportazione trattano di merce pericolose per la salute, la moralità o la securità pubblica di cui l’elenco è fissato da ordinanza dal ministerio incaricato delle dogane, o quando sono commessi in gruppo organizzato. »

Per saperne di più

Siti da visitare :

www.cites.org

http://www.cites.org/fra/index.shtml
Sito ufficiale della convenzione sul commercio internazionale delle specie della fauna e della flora minacciate di instinzione.

www.douane.gouv.fr
Sito ufficiale dell’amministrazione doganale.

www.legifrance.gouv.fr
L'essenziale del diritto francese; la Gazzetta ufficiale dal 1990 ; il testo integrale dei codici, delle convenzioni collettive e delle legge e decreti dal 1978.

Documenti a scaricare

Regolamentazione (CE) No. 338/97 del Consiglio, del 9 di dicembre 1996, relativo alla protezione delle specie selvatiche della fauna e della flora, con il controllo del loro commercio. Queste disposizione sono direttamente applicabile in tutti gli Stati membri e formano la basa legale per fare applicare la CITES dentro all’Unione europea.

Regolamentazione (CE) n° 865/2006 della Commissione, del 4 di maggio 2006, con le modalità di applicazione della regolamentazione (CE) n° 338/97 del Consiglio relativo alla protezione delle specie selvatice della fauna e della flora, dal controllo del loro commercio.

 
b Ricerca b Dove siamo b Riferimenti legali b Contatti Certificato Marine Aquarium Council Acclimatato Certificato ISO 9001
b Spazio acquariofilia b Indice del sito b Creditib Link Certificato Marine Aquarium Council Trans-shipping Certificato ISO 14001

Sede Amministrativo e Direzione Generale : 20, av. de la Chevalière - 81200 Mazamet - Francia - Tél : +33 (0)5 63 98 20 09 - Fax : +33 (0)5 63 61 24 91 - info@amblard.com
© AMBLARD S.A. - Accreditata IATA